Gallarate, armi della Seconda Guerra Mondiale sotterrate nei boschi

A ritrovarle, un gruppo di ragazzi appassionati di cimeli storici e muniti di metal detector

Alcuni ragazzi, armati di metal detector, trovano delle armi risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. E’ accaduto ieri a Gallarate, nei boschi di Crenna, a due passi da via Ardigò. I giovani hanno subito chiamato i Carabinieri.

Appassionati di armi e vecchi cimeli storici, i ragazzi hanno raccontato alle Forze dell’Ordine che poco prima, mentre perlustravano la zona con un dispositivo per la ricerca di materiale ferroso, avevano scoperto un bidone ricolmo di cherosene, sotterrato a circa 15-20 centimetri di profondità. Al suo interno, un vero e proprio arsenale: un moschetto modello “Carcano 91-38” risalente – con tutta probabilità – all’ultimo conflitto mondiale e 11 carcasse con due otturatori dello stesso tipo di arma lunga. Consistente anche il numero di munizioni (di vario calibro) rinvenute insieme ai fucili, immersi nel cherosene e rinchiusi nel bidone.

La modalità di custodia lascia pensare che le armi fossero state nascoste in modo da poter essere recuperate in ottimo stato e funzionanti, anche a distanza di tempo. Il materiale è stato sequestrato e si trova a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.