Gallarate, arrestato dopo 7 anni di botte e minacce alla moglie

Era dal 2015 che un 41 enne di origine albanese picchiava e vessava la moglie, spesso ubriaco e davanti ai due figli minori. Dopo l'ennesimo episodio di violenza la donna ha deciso di denunciare il marito al commissariato di Polizia a Gallarate, dove risiedono. Ora l'uomo è in carcere a Busto Arsizio.

Arrestato a Gallarate un 41 enne albanese, residente in città, che dal 2015 maltrattava la moglie con botte e minacce di morte, armato anche di coltello. Spesso le aggressioni avvenivano in presenza dei due figli minori dopo essere tornato a casa ubriaco e talvolta erano così violente che la donna è finita al pronto soccorso. E’ ancora visibile la cicatrice procurata da un bicchiere rotto usato per ferirla. Alla base del comportamento dell’uomo un’ingiustificata gelosia. All’ennesimo episodio di violenza sia fisica che verbale, risalente al luglio scorso, la moglie ha deciso di denunciarlo. Le indagini della Polizia di Stato di Gallarate, coordinate dalla Procura di Busto Arsizio, hanno portato all’arresto dell’uomo. Ora il 41 enne è alcarcere di Busto Arsizio.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.