GdF, scoperta finta società Svizzera per evadere il fisco

Nei guai un uomo di Viggiù, amministratore dell'azienda, e il suo rappresentante legale. Sequestrati beni per circa 2,5 milioni di euro

Gestisce un’attività di commercio all’ingrosso di abbigliamento sportivo con sede dichiarata in Svizzera, ma in realtà attiva in Italia, nel milanese. Nei guai un uomo di Viggiù, con precedenti per contrabbando e reati tributari. A scoprire il sistema evasivo, la Guardia di Finanza di Gaggiolo. L’uomo aveva scelto come sede fiscale Mendrisio, per godere di agevolazioni fiscali, per poi operare – nei fatti –  a Lainate. Le Fiamme Gialle hanno rilevato che con questo escamotage, l’imprenditore aveva omesso di dichiarare ricavi per oltre 11,7 milioni di euro, sottraendo a tassazione IRES una base imponibile di circa 3 milioni di euro e evadendo l’IVA per circa 1,8 milioni di euro. L’amministratore della società, il viggiutese, e il rappresentante legale sono stati denunciati. E’ stato disposto il sequestro di beni per circa 2,5 milioni di euro. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.