Giochi pericolosi, maxi sequestro a Busto

Materiale contraffatto e non in sicurezza. Intervento della Polizia Locale in un'attività commerciale bustocca

Denunciato in stato di libertà per frode nell’esercizio del commercio. Nei guai un  venticinquenne italiano di origini cinesi titolare di un’attività di vendita al dettaglio a Busto Arsizio. Gli agenti della Polizia Locale, procedendo all’ispezione dell’ampia superficie di vendita, hanno riscontrato gravi irregolarità amministrative e dal punto di vista della sicurezza della merce esposta. Oltre 500 prodotti sono risultati privi della marchiatura “CE”, che comprova la corrispondenza agli standard di sicurezza europei. Un altro centinaio riportava il marchio contraffatto. Inevitabile il sequestro di giocattoli e materiali elettrici oltre alle sanzioni amministrative per il titolare per oltre diecimila euro. Già nelle scorse settimane la stessa attività era stata controllata dalla Polizia Locale dopo che il precedente gestore, un cinquantenne cinese, aveva venduto materiale pirotecnico a due ragazzini di quattordici anni. Anche in questo caso il venditore venne denunciato a piede libero. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.