I pirati della pay-tv, denunce in tutta Italia

Una vasta rete di abbonamenti proibiti consentiva a più di 1.800 persone di usufruire a prezzi competitivi dei programmi di grandi marchi quali Sky, Dazn, Mediaset e Disney. Accertati proventi illeciti per mezzo milione. All'orizzonte, multe per 300 mila euro

E’ un settantenne di Golasecca il “mago della pirateria” denunciato dalla Guardia di Finanza di Gallarate al termine di un’indagine di rilievo nazionale.

Oltre 1.800 persone, ree di aver sottoscritto un abbonamento chiaramente illecito e distribuite su tutto il territorio italiano, risultano denunciate per ricettazione.

Diversi i reati, tra i quali abuso telematico, contraffazione e falso ideologico, dei quali dovrà rispondere l’anziano “regista” dell’operazione, che avrebbe incassato, negli anni, oltre mezzo milione di euro.

All’orizzonte, per i suoi numerosi clienti, ci sono sanzioni per 300 mila euro.

Tra i marchi contraffatti, al fine di procurare abbonamenti a prezzi vantaggiosi, Mediaset Premium, Sky, Dazn e Disney Channel.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.