fbpx

Ladri delle due ruote, tre uomini nei guai

Arrestati dai Carabinieri del luinese due ladri di biciclette e altoparlanti, a Busto Arsizio invece denunciato dalla Polizia un fanatico di Vespe Vintage che, dopo averle rubate, le rivendeva all'estero

Rubano biciclette e altoparlanti, vengono arrestati. Nei guai due uomini. Al lavoro i carabinieri di Cuvio e di Laveno Mombello. Decisive per le indagini le immagini delle telecamere di sicurezza. Nei fatti, nei mesi di giugno e luglio, i carabinieri di Cuvio sono intervenuti per alcuni episodi di furto di biciclette. Dalla visione delle telecamere è stato possibile identificare il ladro, un individuo residente a Cuveglio, a cui è stato anche attribuito il furto di una fiat doblò, rubata ad agosto. L’8 ed il 14 settembre, infine,  l’uomo ha compiuto altri furti, quest a volta accompagnato da un complice, al “Parco Ramorino” della Pro Loco di Brenta. I due si sono introdotti all’interno di un bar dove hanno rubato alcune casse altoparlanti. In questo caso, i carabinieri di Laveno Mombello hanno individuato dove la refurtiva è stata rivenduta.  In un negozio di Varese, il cui gestore aveva provveduto ad annotare i loro nominativi. Per i due sono scattate le manette. 

Denunciato invece a Busto Arsizio un 69enne che martedì scorso ha rubato a Savona una vecchia Vespa, caricandola su un furgone. Un passante, insospettito dai suoi gesti, ha preso il numero di targa del camioncino per comunicarlo alla Polizia. Le forze dell’ordine sono così risalite al bustocco, nel cui garage sono state ritrovate altre tre motociclette rubate. Il ladro si era specializzato in furto e rivendita di Vespe vintage che, con numeri di telaio falsi, venivano esportate e vendute all’estero. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.