Malnate, coltellate alla moglie. Lei salva, lui in manette

Lite furibonda tra coniugi. Il marito spara alla donna e poi la ferisce con un'arma da taglio. La vittima non è in pericolo di vita. Provvidenziale l'intervento di tre anziani del paese

Prima i colpi di pistola, poi le coltellate.

Si è consumato tutto in pochi, terribili istanti, con una violenza che avrebbe potuto innescare conseguenze di gran lunga più gravi.

Al momento, i dettagli sono pochi. Di certo si sa che i fatti sono accaduti a Malnate, in via Giuseppe Di Vittorio, poco prima delle 10 di domenica mattina.

La lite tra due marito e moglie (di 48 e 42 anni, di nazionalità albanese, residenti nella frazione di Gurone), si sarebbe consumata all’interno di un’auto.

Stando alla ricostruzione dei militari dell’Arma, l’uomo ha prima puntato una pistola alla donna, esplodendo alcuni colpi andati fortunatamente fuori bersaglio. Dopodiché, mentre la sventurata tentava di fuggire, l’ha inseguirà e aggredita con un taglierino, ferendola (fortunatamente in modo superficiale).

Richiamati dalle urla, tre anziani malnatesi, indaffarati in un orto urbano distante poche decine di metri, si sono precipitati sul posto e si sono scagliati sull’aggressore. Quest’ultimo, non contento, ha tentato di estrarre una pistola, ma i pensionati sono riusciti a immobilizzarlo, in attesa dell’arrivo dei soccorsi e dei Carabinieri.

L’uomo è stato fermato e portato in carcere. La vittima è invece in ospedale, a Varese, dove le sue condizioni appaiono buone.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.