Piantagioni di “maria”, maxi sequestro e due arresti

1.700 piantine e circa 40 kg sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza in un capannone di Lonate Pozzolo e nel seminterrato di una villa di Vanzaghello. In manette un italiano e un albanese

Due vere e proprie piantagioni di marijuana sono state sequestrate a Lonate Pozzolo e Vanzaghello.

Autori delle indagini e dei conseguenti blitz, gli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Varese, che hanno arrestato due uomini, uno italiano, l’altro albanese e denunciato un terzo soggetto, anch’egli albanese, trovato in possesso di 9 mila euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio.

La prima serra, accessoriata di tutto l’occorrente tecnico utile a coltivare il prodotto e garantire un proficuo raccolto (lampade speciali, essiccatori, areatori, ecc…), era stata allestita all’interno di un capannone di Lonate Pozzolo. La seconda, nel seminterrato di una lussuosa villa di Vanzaghello, alle porte di Milano. Ed è stata proprio quest’ultima impresa a tradire uno dei responsabili, visto il forte e inconfondibile odore che si percepiva anche all’esterno della casa.

La pericolosità dell’organizzazione smantellata si evince anche dai 40 proiettili scoperti nel corso delle perquisizioni e subito sequestrati.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.