fbpx

Picchia e umilia la figlia disabile, arrestata

Maltratta la figlia disabile di sette anni sotto gli occhi degli altri due bambini, di 10 e 4, a loro volta vittime di ripetute violenze. Una donna 35enne é finita in manette

Picchia la figlia disabile di sette anni sotto gli occhi degli altri due figli, di 10 e 4, a loro volta vittime di ripetute violenze. Una donna 35enne é stata arrestata dalla Polizia di Varese. Il padre é invece destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento ai tre piccoli, ora accolti in una struttura protetta.

I particolari, emersi nell’incontro coi vertici della Procura, sono agghiaccianti: la bimba, disabile, veniva picchiata quotidianamente, umiliata e insultata. Spesso il fratello più piccolo partecipava attivamente alle aggressioni, prendendo a calci la sorella. Per nascondere (in maniera per altro maldestra) lividi e contusioni, ogni mattina la piccola veniva accuratamente truccata dalla madre, prima di essere accompagnata a scuola.

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Questura, sono durate solo qualche giorno. “Si è deciso di intervenire subito, per porre fine ai maltrattamenti”, spiega il Procuratore Capo, Daniela Borgonovo, la quale poi si sofferma sulle responsabilità indirette: “Assistenti sociali e insegnanti” – incalza – “non hanno denunciato questi gravissimi fatti, ai quali si poteva e doveva porre fine molto tempo fa”. Dunque il vertice della Procura punta i riflettori sull’importanza della denuncia. “Solo un mese fa”, dice, “abbiamo arrestato padre e madre di 4 figli, di cui una bambina di dieci anni continuamente picchiata e perfino violentata dal padre. I fenomeni di violenza sui minori sono purtroppo frequenti e ogni cittadino ha il dovere di denunciare situazioni di questo genere quando ne viene a conoscenza”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.