fbpx

Rifiuti abusivi (e milionari). Carabinieri ad Origgio

Forze dell'ordine al lavoro contro un’azienda che stoccava abusivamente migliaia di tonnellate di scarti. Trovati pneumatici, imballaggi e materiali inerti

Più di 3.500 tonnellate di rifiuti speciali, seppur non pericolosi, ritrovati in uno stabilimento industriale non autorizzato. E’ accaduto a Origgio, dove i Carabinieri di Saronno e del Nucleo Operativo Ecologico di Milano hanno trovato Imballaggi misti, materiali inerti, pneumatici fuori d’uso. 

L’azienda, seppur formalmente operante nel campo del trattamento dei rifiuti, a seguito di trasformazione societaria non era in possesso di autorizzazioni valide. Dunque, al termine degli accertamenti, è stato sequestrato l’intero impianto (di circa 22.800 metri quadrati) insieme a 8 mezzi meccanici utilizzati per la movimentazione e lo stoccaggio dei rifiuti, per un valore complessivo che si aggira attorno ai 2 milioni di euro.

Gli accertamenti delle forze dell’ordine hanno permesso poi di risalire al legale rappresentante della società che aveva ceduto il ramo d’azienda, e all’amministratore unico della ditta cessionaria, i quali sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per traffico illecito di rifiuti.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.