Schiaffi e insulti ai bambini, maestra d’asilo sospesa

E' accaduto a Cocquio Trevisago. La donna, oltre a maltrattare i piccoli, faceva entrare nella struttura il suo compagno per appartarsi e consumare rapporti sessuali, lasciando i bimbi completamente soli

Si appartava in uno stanza con il compagno, fatto entrare di nascosto all’asilo che gestiva e – dopo aver lasciato completamente soli i bambini – consumava con lui rapporti sessuali. E’ accaduto a Cocquio Trevisago. La maestra, scoperta dai Carabinieri, è stata sospesa dalla professione ed è indagata per maltrattamenti su minori. Le telecamere installate dalle forze dell’ordine, su disposizione del Pm, hanno infatti fatto emergere una serie di violenze da parte della maestra (titolare del nido) rivolte ai piccoli, tutti di età compresa tra pochi mesi e i 2 anni. La donna li maltrattava con urla, insulti e frasi volgari quali: “sei proprio un terrone”, “guardati, fai schifo”, “piangi che così ti passa”. In alcune occasioni i piccoli sono stati percossi con sculacciate e schiaffi e lasciati da soli mentre erano in preda a crisi di pianto. In un caso, i genitori hanno riferito che il loro bimbo aveva riportato sintomi allarmanti, come insonnia, incubi notturni e reazioni autolesionistiche.  Le dichiarazioni delle mamme e dei papà hanno permesso di avviare le indagini, nel marzo del 2017.

All’interno dell’asilo i Carabinieri hanno filmato anche il compagno della maestra, che la donna ha ammesso di aver “ospitato” all’interno della struttura. L’uomo è stato ripreso non solo mentre dormiva e si cambiava davanti ai piccoli, ma anche in intimità con l’indagata.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.