Spaccio di droga, un commerciante d’auto in arresto

L'uomo, soprannominato "Ciccio", era residente a Legnano. Al lavoro, la Polizia di Busto Arsizio


Commerciante d’auto a capo di un grosso giro di spaccio. In manette un albanese di 33 anni residente a Legnano e titolare di regolare permesso di soggiorno. Al lavoro, la Polizia di Busto Arsizio. 

 

Le indagini hanno preso il via lo scorso primo marzo, quando le Forze dell’Ordine hanno arrestato un italiano incensurato di 46 anni residente a Castano Primo. Nella sua Range Rover erano stati trovati ben 15 kg di cocaina. La droga  – divisa in 14 panetti – è risultata pura al 90% dopo le apposite analisi chimiche.

 

Intuendo subito che il quarantaseienne non fosse che un semplice “mulo” e non la mente del sistema, la Polizia ha avviato un attento lavoro di ricerca, risalendo all’albanese, soprannominato “Ciccio” a causa della sua mole imponente. Le indagini hanno permesso di scoprire che l’uomo era il destinatario di una partita di cocaina in arrivo dal Belgio. Era stato lui a prendere accordi con il corriere, fornendogli anche l’auto per trasportare la sostanza stupefacente.

 

La Polizia ha così scoperto che “Ciccio” gestiva un gruppo di spacciatori al dettaglio, di cui decideva ogni spostamento. Quando qualcuno di loro diventava compromettente (perché controllato o denunciato dalle Forze dell’Ordine) “Ciccio” lo allontanava, imponendogli addirittura di tornare in Albania, e lo sostituiva con un nuovo collaboratore.

 

Le Forze dell’Ordine sono comunque riuscite a risalire a lui, e questa mattina lo hanno arrestato. Nella sua casa, sono stati trovati circa 13000 euro in contanti. Contemporaneamente sono state eseguite cinque perquisizioni nei confronti di altrettante persone (un italiano, tre albanesi e una romena) variamente coinvolte nell’attività illecita. 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.