fbpx

Tredicenne si getta nel vuoto, tragedia in centro

E' successo nel cuore di Varese, verso le 21. La giovane è spirata poco dopo l'arrivo in ospedale. Polizia al lavoro. Lutto alla Scuola Europea

Un tonfo secco, sordo, tragico. Si è chiusa così la vita di una ragazza di soli 13 anni, che ieri sera si è lanciata dal sesto piano della casa dei genitori, in via Marcobi, nel centro storico di Varese. Un gesto atroce, consumato sotto gli occhi terrorizzati dei passanti. Sul posto sono subito accorsi ambulanza, automedica e polizia. La giovane è morta poco dopo l’arrivo in ospedale. Ora si indaga sulle cause del gesto, cercando di ricostruire gli ultimi mesi della ragazzina e sul rapporto con amici, coetanei e compagni di classe. Nel frattempo, il dolore travolge la Scuola Europea di Varese, frequentata dall’adolescente. In mattinata, le famiglie di alunni e studenti iscritti, hanno ricevuto dalla direttrice delle scuole primarie, Ariane Farinelle, il seguente messaggio:

“Cari Genitori, è’ con grande tristezza che la comunità scolastica ha ricevuto la notizia della tragica scomparsa di una nostra alunna. Tutta la nostra comunità è unita in questo momento di estremo dolore e lutto. Ora vi chiediamo di aiutarci a supportare i nostri ragazzi nell’affrontare le loro emozioni poiché potrebbero sentirsi tristi e confusi. Dedicheremo del tempo a scuola per parlare con loro e dare loro la possibilità di discutere le loro preoccupazioni”.

Nel pomeriggio di oggi il sindaco della città, Davide Galimberti ha parlato di un “dolore immenso” e auspicato che tutta Varese si stringa intorno alla famiglia della giovane.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.