Calciomercato, materia da studiare. Alla LIUC

All'Università Cattaneo un'ampia riflessione sul mondo del Pallone, declinato in termini economici e finanziari. Casagrande: "Occorre normalizzare i costi per agevolare la sostenibilità dei club". Giacca: "Ai giocatori il compito di scegliere le società più sane e ignorare i furbi". Di Taranto: "Fondamentale, per il futuro di C, la sinergia coi club di Serie A nella gestione dei vivai"

A ciascuno la sua sfida: ai giocatori il compito di vincere sul campo; ai dirigenti, quello di far quadrare i conti. Ai legislatori, quello di piantare paletti compatibili con un sistema martoriato dal covid, valorizzando chi tiene in ordine i bilanci e controllando a vista chi cerca di dribblare le regole.

In una parola, il CalcioMercato, che toglie il sonno ai manager, ingolosisce i bookmaker, incuriosisce i tifosi.

Se n’è parlato, e questo fa già notizia, in una università, la LIUC, che forma, tra l’altro, professionisti del management sportivo e riflette sulla componente economico-finanziaria di un mondo che muove 25 miliardi in Europa e 3 e mezzo in Italia.

Ma allora quali sono, oggi, le partite che impegnano maggiormente le società? Da un lato, spiega Valerio Casagrande del Parma Calcio, riequilibrare i costi, adeguando il “Pallone” a una realtà che cambia.

Dall’altro, incalza Corrado Di Taranto, direttore generale del Trento Calciorafforzare i rapporti tra le società di serie C e i club più blasonati.

Senza dimenticare, incalza il presidente Mauro Giaccala responsabilità che grava sugli stessi giocatori, i quali, nell’accettare un contratto, non devono puntare solo a maglia e compenso, ma anche e soprattutto a trasparenza e affidabilità.

Altro tema toccato alla Università Cattaneo di Castellanza, la componente femminile ai vertici delle società calcistiche, a dir poco minoritaria. Non una rivendicazione di genere, precisa la professoressa Patrizia Tettamanti, docente di Economia Aziendale, bensì un’affermazione di talento.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.