Caro energia, BPM eroga “ossigeno” per 70 milioni

Le imprese di Confindustria Varese potranno contare su linee di credito e azioni mirate per proteggersi dal caro bollette. Occhio di riguarda alle filiere produttive. Pagani: "Diamo concretezza al piano #Varese2050"

70 milioni di euro, per dare ossigeno all’economia, arginare il caro bollette e tutelare le imprescindibili filiere.

E’ la dote che Banco BPM mette a disposizione delle imprese associate a Confindustria Varese, attraverso linee di credito che sostengano le aziende più colpite dai costi dell’energia.

L’accordo non va visto unicamente come paracadute per evitare la caduta di realtà competitive, ma anche come iniziativa che pone fianco a fianco impresa e finanza, alleate di un sistema che reagisce alla crisi puntando sulla concretezza, il lavoro e la fisicità del manifatturiero.

Il piano #Varese2050sottolinea la direttrice di Confindustria Varese Silvia Pagani, si declina in termini strategici e sinergici”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.