Commercio, Busto chiude l’anno con il segno più

In un anno, i negozi della città sono aumentati, dimostrando la tenacia e il coraggio dei negozianti, malgrado la pandemia e le limitazioni

Da 2.839 a 2.916: in un anno, i negozi di Busto Arsizio sono aumentati, dimostrando la tenacia e il coraggio dei commercianti, malgrado la pandemia e le limitazioni.

I numeri – presentati in conferenza stampa a Palazzo Gilardoni dalla vicesindaco e assessore allo sviluppo economico della città Manuela Maffioli – parlano chiaro: a regalare maggiori soddisfazioni, è l’e-commerce (con un saldo positivo di 44 attività). Alcune di queste – 26 per l’esattezza – lavorano solamente in rete, le altre hanno anche delle botteghe fisiche.

Una grande soddisfazione, ma non possiamo fermarci qui. Dobbiamo guardare al futuro in termini di sviluppo e crescita, hanno commentato Maffioli e Rudy Collini, presidente Ascom Confcommercio Busto Arsizio e Medio Olona.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.