“I doni sotto l’albero? Comprati sotto casa”

L'appello del Terziario Donna di Confcommercio affinché lo shopping di Natale privilegi le attività di vicinato. Per 10 giorni altrettanti volti femminili si mostreranno all'interno del proprio esercizio: "La nostra non è solo una funzione economica, ma anche sociale", afferma la presidente Cristina Riganti

Shopping natalizio nei negozi sotto casa”. E’ l’appello di Cristina Riganti, numero uno del Terziario Donna di Confcommercio, che, in vista della corsa all’ultimo regalo, invita i clienti a privilegiare le attività di vicinato.

Per 10 giorni l’associazione diffonderà 10 volti di altrettante imprenditrici fotografate all’interno del proprio negozio, nella consapevolezza che il commercio di prossimità non ha solo un valore economico, ma anche una rilevanza sociale, aggregativa e culturale.

Non vogliamo più vedere saracinesche abbassate“, afferma con chiarezza la presidente, che rilancia il ruolo della categoria: “La gente esce di casa per incontrarsi, stare insieme e trovare nei negozi un elemento di calore, tradizione, qualità e attrattività. Senza di noi le città si spengono”.

Da qui, l’appello: “Per questo Natale dedicate qualche minuto in meno alle piattaforme online e tornate nelle botteghe sotto casa. Regalerete a loro e a voi stessi un Natale più sereno.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.