“La politica creda nell’impresa, o non ci sarà futuro”

Riassumiamo alcuni dei tanti spunti significativi emersi dall'evento organizzato da Confartigianato, in sinergia con The European House - Ambrosetti. Galli: "I nostri giovani vanno a lavorare in Germania. Alla politica chiedo più ITS e più pragmatismo"

Un manifatturiero in affanno e in arretramento dal punto di vista della ricchezza prodotta, compensato da una propensione all’export che non smette di guadagnare terreno.

E’ la stringata fotografia dell’economia varesina così come scattata da Lorenzo Tavazzi, esponente di The European House – Ambrosetti, nella serata di Confartigianato a Villa Ponti. Dati, statistiche, diagrammi, utili a dipingere un quadro denso di luci e ombre.

Nel libro curato da Davide Ielmini per l’associazione, la voce e l’esperienza di 113 imprese del varesotto: creatività, passione, capacità di tenere il cuore nella tradizione con lo sguardo rivolto a un futuro ricco di cambiamenti inediti quanto innovativi.

Anche per questo, il presidente Davide Galli insiste sul valore degli ITS, riflesso di una cultura della formazione che insedia il proprio baricentro nel tessuto del fare, ma anche  sul timore per il fattore tedesco, senza tralasciare e una bacchettata a una politica nazionale che, nonostante tutto, è tornata a navigare a vista.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.