Mai più schiavi a Malpensa

Un contratto d'area che blocchi lo sfruttamento

“Vogliamo un contratto d’area che riparta dal lavoro: non solo in senso di quantità di occupati, ma in termini di qualità. Non è accettabile che ci siano lavoratori pagati 3,50 euro l’ora”. Così Gerardo Larghi, segretario generale della CISL dei Laghi, lancia la “regina delle sfide”. Accolta a braccia aperte da PD e Forza Italia.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.