Malpensa, più passeggeri. E l’occupazione decolla

I numeri parlano di un aumento dei voli in partenza dall'aeroporto lombardo, che si traduce anche in più lavoro. Ne parliamo con il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani

I numeri sono rassicuranti, e parlano di una crescita che sembra destinata a non arrestarsi. +12,8% nel solo mese di ottobre, +11% dall’inizio del 2018 a oggi. I passeggeri in transito a Malpensa aumentano. Un dato importante che dimostra la crescita dell’aeroporto e che si traduce anche in un incremento dei lavoratori impiegati allo scalo della brughiera. 1583 gallaratesi, per la precisione. 308 dei quali assunti in Sea. Se ne è parlato approfonditamente durante l’incontro avvenuto nella città dei due galli e che ha visto allo stesso tavolo il sindaco Andrea Cassani e – per Sea – il direttore delle relazioni esterne Claudio Del Bianco e quello dei rapporti istituzionali Maurizio Baruffi.  

E questi numeri sembrano essere destinati a lievitare ancora. “Dalla fine di luglio fino ad ottobre prossimi”, spiega Cassani, “l’aeroporto di Linate sarà chiuso, per lavori di ristrutturazione. I voli saranno dunque ridistribuiti tra Malpensa e Orio al Serio”.

Nessuna novità – invece – in merito alla terza pista.” Fino al 2030 non se ne parla”, conclude il sindaco. 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.