Mondiali e turismo, oltre 70 mila pernottamenti

La Camera di Commercio plaude alle ricadute dei Campionati di Canottaggio in termini di ricettività. Rispetto al 2019 i dati segnano un +12%. Nella sola Varese e nell'area lago il numero di camere occupate in una settimana è balzato da 10 mila a 15.600. Galimberti: "Prossima sfida, gli Assoluti"

Sull’acqua hanno vinto i campioni, sul territorio ha trionfato l’economia locale.

Un risultato davvero sbalorditivo e di grande soddisfazione quello dei Mondiali di Canottaggio Under 19 e Under 23, declinati in termini turistici e ricettivi.

I dati di Camera di Commercio parlano chiaro: in una sola settimana i pernottamenti delle strutture sono stati più di 70 mila, registrando un lusinghiero +12% rispetto allo stesso periodo del 2019. Naturalmente il numero somma il flusso di arrivi legati all’evento sportivo e tutte le altre presenze.

Il successo balza all’occhio in modo ancor più evidente se ci limitiamo alla sola area lago e alla città di Varese: qui i pernottamenti sono stati 15.600, ben più dei 10.157 registrati 3 anni fa.

Ottimo il lavoro svolto dal Varese Convention Bureau, consorzio che, in sinergia con l’ente camerale, ha gestito 13 mila pernottamenti da 51 differenti nazioni.

E se il presidente della Camera Fabio Lunghi plaude ai buoni frutti raccolti dalla Varese Sport Commission, che fin dalla sua creazione ha saputo valorizzare l’attrattività del territorio, il sindaco del capoluogo Davide Galimberti alza l’asticella della sfida: “Dal punto di vista organizzativo Varese ha dimostrato al Mondo intero le proprie capacità. Ora siamo pronti ad alzare l’asticella della sfida, candidandoci ai Mondiali Assoluti di Canottaggio”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.