Provincia, fornitori beffati

Clamorosa marcia indietro della Provincia di Varese che, nonostante le promesse della scorsa estate, non ha ancora risolto il problema del debito con i fornitori. Lo affermano i vertici di Ance, che ora temomo per il destino dei creditori.

La soluzione sembrava vicina, e invece più il tempo passa più la questione si complica: parliamo dei debiti della Provincia di Varese nei confronti delle imprese. Durante la scorsa Estate, l’ente presieduto da Gunnar Vincenzi aveva accettato di cedere il proprio titolo ad alcuni intermediari finanziari, per garantire ai fornitori liquidità. Tutto risolto quindi? Non proprio. La Provincia, infatti, avrebbe fatto un passo indietro.
A dichiararlo sono i vertici di Ance, l’associazione dei costruttori, che sono preoccupati per il futuro dei creditori.
Ma non finisce qui: “Ad aver bisogno di profonde modifiche – spiega il presidente di Ance Saibene – è tutto il sistrema degli appalti che, basato sul sorteggio, non premia la qualità e la professionalità”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.