Referendum, Cisl: “Meno tablet, più impresa”

Critiche dal sindacato contro il governatore Maroni: "Invece di spendere 23 milioni di euro per la consultazione, dia più fondi all'industria lombarda"

Il gioco non vale la candela. Così la Cisl Lombardia che critica i costi del Referendum, per il quale la Regione ha stanziato 23 milioni di euro destinati all’acquisto di tablet. “Avremmo preferito vedere la Regione spedere soldi a sostegno del mondo del lavoro e della scuola” – dicono dal sindacato.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.