Bertolaso, un decisionista al servizio dei lombardi

Identikit del Super Commissario che affiancherà il governatore Fontana nella gestione dell'emergenza coronavirus (con un compenso simbolico di 1€)

Si è occupato di emergenze a tutto tondo. Ha gestito ogni genere di calamità, concentrandosi sui delicati passaggi legati a prevenzione e ricostruzione. Dal terremoto de L’Aquila alla crisi dei rifiuti in Campania, dai pericoli vulcanici alle Eolie al dramma della Sars, influenza che portò al rafforzamento dell’Ospedale Spallanzani di Roma (la cui eccellenza è, oggi, sotto gli occhi di tutti) e alla stesura di un protocollo tornato in auge proprio oggi, nei drammatici giorni del coronavirus. Noi varesini lo abbiamo conosciuto nel 2008, quando fu commissario per l’organizzazione dei Mondiali di Ciclismo. E lo abbiamo incontrato l’anno scorso, ai funerali di Giuseppe Zamberletti, che con lui ha condiviso tante battaglie.

Guido Bertolaso, classe 1950, medico di formazione, è ora a fianco di Attilio Fontana e di Regione Lombardia. Il suo compito è contribuire, nelle vesti di (super) commissario, al sostegno di una sanità mai così oberata e a rischio collasso.

In particolare, l’ex capo della Protezione Civile si occuperà dell’allestimento di un ospedale speciale nell’area della Fiera di Milano. “Sono un patriota e mi metto al servizio del mio Paese – ha detto poco fa, in un’intervista al Messaggero”.

Nel 2010 e 2012 vienetravolto da inchieste giudiziarie pesanti e umanamente tormentate (G8 e gestione de L’Aquila), ma entrambe si concludono con la collaudata formula del “fatto non sussiste”.

Difficile, anche per i meno maligni, non intuire una sorta di dualismo tra Bertolaso e Borrelli, tra l’uomo d’azione chiamato in soccorso della Lombardia e colui che, oggi, si afferma quale braccio destro del premier Conte. Ma al super commissario, queste dietrologie, non interessano. E’ appena tornato dal Sud Africa, dove la figlia, medico pediatra, lavora come volontaria. Ed è pronto a tuffarsi nel suo nuovo, difficile impegno, accettato in cambio di un compenso, simbolico, pari a 1 euro.

Un decisionista, un uomo ricco di carisma, esperienza, energia. Venerdì compirà 70 anni. E non sarà un giorno di festa, ma di duro lavoro sul campo.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.