Induno, Castellanza… e la politica che non c’è

Due bufere giudiziarie hanno portato all'arresto di un dirigente e un funzionario. Secondo gli inquirenti agivano da tempo, all'insaputa degli amministratori eletti

Prima Castellanza, poi Induno Olona. Nel giro di pochi giorni la bufera giudiziaria ha travolto due comuni e acceso due riflettori accecanti su altrettanti pubblici ufficiali. Da un lato, il direttore generale di una società di servizi. Dall’altro, un funzionario comunale

In attesa che la magistratura faccia i suoi accertamenti, viene da chiedersi dove fosse, in entrambi i casi, la parte politica. Dalla descrizione delle operazioni, di carabinieri e Guardia di Finanza, non emergono fatti sporadici o isolati, bensì condotte prolungate nel tempo. Allora: possibile che tutto sia avvenuto all’insaputa di giunte, sindaci e consiglieri comunali? E’ vero che, in questi due casi, sindaci, giunte e consigli comunali risultano parti offese. Ma la domanda è: come si è ridotto il “potere politico”, se gli eletti non sanno cosa succede nei loro stessi Municipi?

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.