La solitudine di Cassani nella sfida coi Sinti

Il sindaco di Gallarate contava sul sostegno del partito di Salvini. Ma finora, di frasi solidali, se ne sono sentite poche, almeno a livello provinciale. Forse la corsa alle Europee è già cominciata

Il sindaco di Gallarate Andrea Cassani appare piuttosto isolato nella sua battaglia coi Sinti, che dopo anni di permanenza in città sono stati costretti a lasciare via Lazzaretto su decisione dell’amministrazione comunale. Al di là delle “scivolose” dichiarazioni dell’amministrazione passata, che ha avuto il problema sotto gli occhi per 5 anni, senza riuscire né ad affrontarlo, né a risolverlo, a stupire è soprattutto l’afasia del centrodestra ed in particolare del partito di Cassani, la Lega, dal cui vertice provinciale, ad oggi, non si sono levate molte voci di sostegno al borgomastro. Ecco un commento, e una lettura, di Matteo Inzaghi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.