Autisti in sciopero da 4 giorni

Sono oltre 100 i lavoratori della ditta che, per conto della SDA di Gazzada Schianno, consegna quotidianamente migliaia di pacchi in tutto il territorio. Al centro della protesta, il licenziamento di un dipendente, il rapporto tra azienda e sindacato e una tendenza che, secondo FILT CGIL, conduce a una crescente precarizzazione del personale

Prosegue da quattro giorni la protesta degli autisti, circa un centinaio, della ditta in appalto che si occupa della consegna dei pacchi per conto della Sda di Gazzada Schianno.

La protesta – spiega Filt CGIL in una nota – è scaturita a seguito del perdurare di alcune situazioni divenute ormai insostenibili dai lavoratori e dal licenziamento di un collega assunto da quasi 2 anni presso l’impianto.

Al centro della polemica, più in generale, c’è il rapporto tra azienda e sindacato, che secondo la sigla CGIL rischia di favorire un sostanziale sgretolamento della rappresentanza, un peggioramento dei livelli salariali e una graduale ma inesorabile precarizzazione del personale.

Purtroppo, assistiamo ad un film già visto” – prosegue la Filt – “le aziende provano a minare la solidità del gruppo che ha una lunga storia sindacale alle spalle, giocando sulle pressioni pratiche e psicologiche e con massiccio utilizzo del lavoro precario. Nel sito la metà dei lavoratori sono a tempo determinato e abbiamo timore che l’azienda stia provando a lasciare a casa i lavoratori con anzianità maggiore e prediligere quelli più “giovani” e meno sindacalizzati per trarne vantaggio”.

Il 20 Maggio, a Roma, è in programma un presidio di fronte a Poste Italiane. In campo, insieme a Filt, la FIT CISL e UILTRASPORTI.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.