“Bilancio di guerra”, opere per 100 milioni

Il consiglio comunale di Varese approva il documento di previsione. Il sindaco: "Manteniamo i servizi e attiviamo cantieri importanti". Interventi più imponenti, Studentato di Biumo, Villa Baragiola ed ex Macello Civico. Sfida sportiva, un Polo Inclusivo.

Un bilancio di guerra nel vero senso della parola, visti i due anni di pandemia, seguiti dalla crisi energetica e dal conflitto in Ucraina, che destabilizza gli equilibri e costringe al ribasso le stime di crescita.

Con queste parole il sindaco di Varese Davide Galimberti plaude a un documento di previsionale condiviso, approvato dall’aula nel giro di due serate, a conferma di una maggioranza solida.

Per il momento, prosegue, ci siamo concentrati su mantenimento, consolidamento e interventi strutturali.

Voce più impegnativa, quella delle opere pubbliche: 100 milioni di euro, per interventi legati a bandi e Piano Nazionale e in parte già finanziati, come lo Studentato di Biumo (14 milioni di euro), il nuovo Largo Flaiano, la riqualificazione dell’ex Macello di Belforte per 11 milioni, e Villa Baragiola grazie ai 15 milioni ottenuti dal Comune. Nonché, il Castello di Belforte, grazie ai 5 milioni ottenuti dal Ministero. 

Risorse anche su Scuola, Sociale, Lavori Pubblici, Commercio, Cultura, Sport e Sicurezza.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.