“Cari parlamentari, tagliatevi lo stipendio”

Luca Macchi, ex presidente del Consiglio Provinciale, chiede a onorevoli e senatori eletti nel varesotto di ridurre di 4/5 il compenso per i prossimi 6 mesi e di destinare quanto risparmiato all'acquisto di materiale sanitario

“In un momento delicato come questo, che costringe tutti a tirare la cinghia e che vede il Parlamento lavorare un solo giorno a settimana, chiedo agli onorevoli e senatori eletti in provincia di Varese di portare in Aula una proposta forte e chiara: ridurre per 6 mesi gli stipendi dei parlamentari e dei loro collaboratori di 4/5 e destinare quanto risparmiato all’acquisto di materiale sociosanitario“.

Firmato, Luca Macchi, politico molto noto a Samarate, esponente di Forza Italia, nonché ex presidente del Consiglio Provinciale (quando le province erano ancora “rigogliose”). Non una provocazione, né una proposta demagogica, chiarisce l’interessato: “Si tratta di un invito al buon senso, allo spirito solidale e al sostegno convinto di chi, oggi, si sta facendo in quattro: medici e personale delle strutture sociosanitarie”.

Ridursi a un quinto l’indennità, secondo Macchi, darebbe un segnale concreto di vicinanza ai problemi del Paese, ma anche risorse preziose da investire in strumenti di protezione di cui c’è drammatica carenza.

“Purtroppo – chiosa l’esponente samaratese dal proprio profilo facebook – questo mio appello è, finora, caduto nel vuoto: nessuno mi ha risposto, né tra gli amici parlamentari né tra i dirigenti provinciali del mio stesso partito. Spero che il silenzio sia dovuto ad altri impegni e che presto, chi di dovere, risponderà presente”.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.