“Comi, realtà sana: sono pronto a querelare”

Il Commissario della Fondazione lunese rompe il silenzio e risponde, punto su punto, alle accuse di Caprara

Sono passsati 10 giorni dalla divulgazione di una diffida, firmata dal numero uno della Sant’Ambrogio Servizi Gianni Caprara e indirizzata ai vertici di ATS Insubria, affinché pubblicassero numeri e bilanci della Fondazione Comi di Luino. Oggi, in una dettagliata nota, il Commissario della Comi, Maurizio Pesenti, risponde a tono, smentisce gli addebiti e minaccia azioni legali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.