Comincia il “Galibis”, tra sassolini e priorità

Parlano gli esponenti del PD e di altre liste vicine al sindaco rieletto. c'è chi rimprovera alla Lega scarso pragmatismo ed eccesso di "pancia2 e chi si concentra sule priorità del momento: utilizzo accorto dei fondi Pnrr e attenzione alle fasce deboli

Alcune previsioni vedevano Davide Galimberti lanciato verso una rielezione senza se e senza ma, altre, più tiepide, davano per scontato un micidiale testa a testa, che invece non c’è stato, perché i 2 mila voti di scarto sullo sfidante non parlano di vittoria, bensì di trionfo.

Ma il sassolino più grosso che il PD vuole togliersi, riguarda la Lega, protagonista di una campagna che il Senatore Alessandro Alfieri definisce di grandi slogan e di poca sostanza.

Vittoria storica, secondo la principale lista civica che ha sostenuto il sindaco e secondo gli assessori uscenti e altri “colonnelli” del primo cittadino appena confermato. Ascoltiamo, in pieno festeggiamento, Luca Carignola, Andrea Civati, Dino De Simone, Roberto Molinari, Stefano Malerba e Maria Chiara Gadda.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.