Elio Fagioli, leghista doc

Ritratto di un padano della prima ora, con un occhio al "federale" e l'altro alla sua Saronno

Se c’è un leghista che più leghista non si può, quello è Elio Fagioli. Militante della primissima ora, padano fino al midollo, scatta in piedi al Va’ pensiero e prova, per Umberto Bossi, lo stesso trasporto emotivo che gli americani provano per George Washington, gli svizzeri per Guglielmo Tell e i pellerossa per Manitou. Al momento sono due i motivi di soddisfazione. L’elezione a sindaco di Saronno del figlio Alessandro, e il dopo Bossi targato Salvini.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.