Fratelli (coltelli) d’Italia, parla Pellicini

All'indomani della burrascosa assemblea di Varese, abbandonata in polemica da Salvatore Giordano e da un gruppo di fedelissimi, il leader provinciale e neo commissario cittadino non esclude misure disciplinari a carico del consigliere comunale

Avrebbe dovuto essere una preziosa occasione per fare chiarezza, ma si è trasformata in un terremoto.

L’assemblea  di Fratelli d’Italia, riunitasi a Varese alla presenza di Daniela Santanché, ha registrato il polemico strappo di Salvatore Giordano, storico esponente nonché consigliere comunale del capoluogo.

All’indomani del burrascoso confronto, Matteo Inzaghi ha chiesto a Andrea Pellicini, numero uno provinciale del partito nonché neo commissario di FdI (prende il posto di Giuseppe De Bernardi Martignoni), un commento su quanto accaduto e sui prossimi passi finalizzati alla “normalizzazione” del circolo cittadino.

Ben venga il confronto – afferma l’avvocato ed ex assessore provinciale – ma quel che è successo ieri è molto grave e non escludo che, in accordo col direttivo provinciale, possa preludere a qualche azione disciplinare”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.