I costi del Consiglio Regionale (ringiovanito)

25 ragazzi, tra i 28 e i 34 anni, vincitori del concorso pubblico, sono entrati in servizio al Pirellone, accolti dal presidente Alessandro Fermi: "Diminuisce la spesa a carico dei lombardi, oggi la politica costa 6 milioni meno rispetto al 2013"

La notizia è senz’altro confortante, perché parla di posti di lavoro, assunzioni, giovani che approdano a Palazzo Pirelli grazie al concorso superato e pronti a occuparsi della cosa pubblica.

25 i ragazzi tra i 28 e i 34 anni che nei giorni scorsi hanno vissuto il loro primo giorno, accolti e salutati dal presidente dell’Assemblea, Alessandro Fermi.

Nell’occasione, i vertici del Pirellone hanno ufficializzato i costi della macchina, annunciando orgogliosamente che la spesa della politica a carico dei Lombardi, negli ultimi anni, è diminuita.

E che i fornitori dell’ente possono dormire sonni tranquilli, perché vengono pagati a stretto giro, con un’attesa di sole due settimane dall’emissione della fattura al relativo bonifico.

Più nel dettaglio, la spesa pro capite dei contribuenti a sostegno del Consiglio Regionale è di 2 euro e 76 centesimi e che i costi di indennità, contributi ai gruppi e vitalizi è scesa in un decennio dai 22 milioni di euro del 2013 agli attuali 16 milioni.

Le uscite complessive, chiosano a Palazzo Pirelli, ammontano a 56,7 milioni, comprensivi di personale, Authorities, eventi e comunicazione.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.