Lido Schiranna, le “inaccettabili fatture” (2a parte)

Altri dettagli sulla relazione dedicata ai costi della piscina nell'era Calemme.

“Conti inspiegabilmente salati, arrotondati, poco argomentati, in un caso addirittura scritti a mano”. Così Alfonso Minonzio, numero uno di Aspem Reti, prosegue la sua analisi delle fatture relative alla piscina Schiranna ai tempi della gestione Calemme.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.