Longhin-Reto, l’altra metà della Lega: “Cercasi svolta”

Reduci dall'elezione del segretario Cassani, Giuseppe Longhin e Mirko Reto auspicano un ritorno alla vera Lega

La sfida per la segreteria provinciale della Lega è stata grintosa e incerta fino all’ultimo.

A spuntarla, infine, è stato Andrea Cassani (per rivedere il servizio sulla sua elezione, clicca qui), ma i voti di scarto dal competitor Giuseppe Longhin sono così pochi da consigliare una gestione collegiale e collaborativa, come dimostra l’aperitivo condiviso dagli sfidanti e una vittoria che il neo segretario ha voluto attribuire all’intero partito prima che alla sua persona. A fianco dello sfidante, Mirko Reto.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.