Migranti, il no dei sindaci

Ancora profughi, i sindaci non ci stanno: chi per una ragione, chi per l'altra.

Un’altra fumata nera. Sulla questione migranti, i sindaci chiudono le porte dei propri Comuni. Non solo i leghisti, che abbandonano l’aula e l’assemblea convocata dal Prefetto, ma anche gli altri colleghi, che criticano i “padani” e rimangono in aula, rispondono picche. Per ragioni diverse, la musica non cambia: nessuno se la sente di accogliere un’altra ondata di disperati.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.