Nidi gratis, la politica chiede “asilo”

Polemiche, a Varese, per la volontà, della giunta, di concedere i nidi a costo zero a tutte le famiglie. Conte (PD): "Utile e simbolica". Zanzi: "Demagogica e acchiappa-consenso". Angioy (Lega): "Ridicola e priva di visione"

Ingresso gratuito negli asili di Varese per tutte le famiglie. 

E’ l’intenzione della giunta, e in particolare dell’assessora ai servizi educativi Rossella Dimaggio, la quale vorrebbe inserire il provvedimento nella manovra da 3 milioni di euro varata da Palazzo Estense, utile a ridare ossigeno a famiglie e imprese che la lunga pandemia ha lasciato senza fiato.

L’iniziativa, portata in commissione bilancio, dovrà ora passare al vaglio del consiglio comunale, previsto settimana prossima.

Per la maggioranza, spiega l’esponente PD Luca Conte, si tratta di una mossa pratica, simbolica e socialmente preziosa. Oltre a combattere l’inesorabile calo di natalità, si tende una mano ai varesini in difficoltà.

Opinione opposta quella del leghista Cristiano Angioy Viglio, che bolla la novità come un’uscita “ridicola e priva di visione. Alle famiglie e alle associazioni serve serietà e un piano organico su nidi, sport e Tari, che risolva veramente i problemi e garantisca sgravi economici che siano duraturi. Il resto non è che uno spottone“.

Analogo l’affondo del leader di Varese 2.0 e già vicesindaco Daniele Zanzi: “Pur di raggranellare voti – sentenzia – la giunta uscente è disposta a tutto: anche ad adottare un provvedimento dal corto respiro, indiscriminato, privo di strategia, che mette sullo stesso piano famiglie ricche e persone in difficoltà. Che fine ha fatto l’equità sociale?“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.