Ottaviani al debutto “Umiltà e fermezza”

Discorso e giuramento del nuovo sindaco Pietro Ottaviani di fronte al primo consiglio comunale a Cassano Magnago. Maurizio Tosatti eletto presidente del consiglio comunale. La macchina amministrativa parte e nella prossima riunione consigliare, l'approvazione del bilancio.

Comincia con un ringraziamento al precedente sindaco Nicola Poliseno e una presa di responsabilità per la fiducia che i cittadini hanno risposto nella sua persona, il discorso del nuovo sindaco di Cassano Magnago, Pietro Ottaviani, durante il primo consiglio comunale convocato dopo le elezioni amministrative di giugno, davanti ad una sala gremita nella storica Villa Oliva.

“Da oggi inizia il tempo di attuare il programma condiviso con Fratelli d’Italia e Progetto Cassano 2032, continua il primo cittadino che “con un atteggiamento di umiltà e fermezza” vuole iniziare il suo nuovo impegno supportato da “persone capaci e competenti” presentate alla cittadinanza nella stessa serata dopo il giuramento di fedeltà alla Costituzione.

Nella giunta, già annunciata il 7 luglio, Luisa Savogin di Fratelli d’Italia, che ricopre la carica di vicesindaco e assessore al Bilancio, programmazione economica e sport; a Rocco Dabraio della civica Progetto Cassano 2032 la delega al Territorio, Lavori pubblici e urbanistica. Volti noti per il resto della squadra che provengono dalla civica di Poliseno, l’ex assessore Anna Lodrini torna alle Politiche sociali e famiglia, ad Alessandro Passuello la delega all’Istruzione e Cultura, Massimo Zaupa si occuperà di Attività economiche, produttive e sicurezza. Al sindaco l’incarico di gestire i rapporti con le aziende e il personale, insieme alla digitalizzazione.

Fumata bianca al terzo tentativo di votazione per la nomina del presidente del consiglio comunale. Eletto il co-fondatore, insieme a Rocco Dabraio, di Progetto Cassano 2032, Maurizio Tosatti. La vicepresidenza va al secondo candidato in lizza, Gemma Tagliabue, storico rappresentante del Pd e all’opposizione anche se Edoardo Franchin di Fratelli d’Italia, avrebbe preferito “dare un segno di fiducia e far presiedere il consiglio comunale ad un giovane con esperienza come Romano o Pisani oppure al consigliere Davide Antognoli che ha ottenuto un grande risultato elettorale”.

Roberto Saporiti, assente della serata e consigliere, sempre nella maggioranza, con Veronica Romano e Andrea Pisani oltre a Santina Ferro, Ivano Favero e Nicoletta Stagni. Per la seconda forza politica più rappresentata siede alla tavola rotonda del consiglio, Mariangela Calì e Davide Antognoli. Fratelli d’Italia, dopo le dimissioni come segretario amministrativo provinciale di partito e un periodo di tensioni, mette in campo Edoardo Franchin.

All’opposizione Tommaso Police e Gemma Tagliabue del Pd, Osvaldo Coghi e Giovanbattista Oliva, di Forza Italia. Unico consigliere per Lega, Luca Renna. Al suo debutto invece Stefania Passiu di Cassano Futura.

Prossimo consiglio comunale più impegnativo con l’approvazione del bilancio. L’auspicio sia del nuovo presidente del consiglio Tosatti che dell’attuale sindaco è per una fattiva collaborazione tra tutte le forze politiche per il bene comune.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.