Passione di quartiere, spazio ai 12 parlamentini

Un'assemblea pubblica ha dato avvio al nuovo corso dei Consigli e dei loro componenti. A Giacomo Fisco il compito di indicarne composizione, funzioni e ambizioni

C’è chi racconta del senso di appartenenza sbocciato in pieno lockdown con una serie di camminate nel quartiere e chi si limita a chiedere dettagli organizzativi e margini di richiesta.

C’è chi spera di potersi riunire in presenza e non solo online e chi si domanda in che misura le istanze di questo o quel rione saranno davvero accolte e recepite.

Insomma, il fermento è li da vedere e sui consigli di quartiere, riavviati ufficialmente in un’assemblea pubblica accolta dalla Scuola Pellico di via Albani, le aspettative sono alte.

Così come elevate sono le ambizioni del sindaco Davide Galimberti e del consigliere comunale Giacomo Fisco, il quale ha caricato su di sé (e sul dirigente Giuseppe Leto Barone) l’onere e l’onore di dare slancio, respiro e concretezza ai 12 parlamentini di Varese.

Per quanto riguarda il dettaglio più tecnico, i consigli sono composti, a seconda dell’estensione territoriale, da un minimo di 5 a un massimo di 9 persone. Ogni consiglio è guidato da un Coordinatore che, insieme agli altri 11 omologhi, forma la consulta dei coordinatori, utile a tenere un filo diretto con gli assessori di riferimento.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.