“Provincia, il buco non c’è. Lo dice la Corte”

Il leghista Longhin torna sulla vicenda che ha fatto tremare Villa Recalcati. E porta con sè la "diagnosi" del tribunale contabile

“I problemi finanziari dell’ente non sono da ricordursi a una scorretta gestione, bensì ai tagli decisi dal Governo”. E’ più o meno questa la frase che Giuseppe Longhin porta sul tavolo del Consiglio Provinciale, riaprendo (e nello stesso tempo ribaltando) la famigerata questione del buco nei bilanci della Provincia. Voragine che, secondo l’Amministrazione Vincenzi, sarebbe stata provocata dalla gestione passata, quella del leghista Galli. “Eppure, attacca Longhin, le parole che smontano il teorema non sono mie, ma della Corte dei Conti”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.