Ricetta Candiani: frontiera, polizia, crisi energetica

Il Senatore della Lega affronta ad ampio raggio i temi caldi del momento. Ai Comuni vicini alla Svizzera promette gioco di squadra, sul taser bacchetta il Ministro LaMorgese e sul caro bollette avverte: "Aumenti del 100%, il Governo intervenga!"

Da storico esponente della Lega, il Senatore Stefano Candiani ha sempre tenuto a difendere simbolo, appartenenza e logiche di scuderia. Ma quando si tratta di frontalieri, ciò che conta dev’essere il gioco di squadra. Per questo l’ex sindaco di Tradate ha sostenuto convintamente l’istanza del PD Alfieri per far sì che i Comuni a ridosso della Svizzera possano utilizzare la metà dei ristorni per la propria spesa corrente.

Altra partita che Candiani gioca da tempo, quella degli organici e degli strumenti di difesa delle forze dell’ordine. E qui i toni si fanno meno concilianti: “Abbiamo promesso agli agenti la dotazione del taser, ma l’attuale ministro perde tempo”.

Infine, la crisi energetica, il caro bollette e la penuria di materie prime. Candiani denuncia l’impennata dei costi, che per alcune aziende hanno visto già raddoppiare la stangata a parità di consumi, sollecita il governo a intervenire e invita a non farsi illusioni. Il Piano Nazionaleafferma – non è la panacea di tutti i mali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.