Santanché: “Sono dalla parte di Cassani”

La senatrice di Fratelli d'Italia difende il sindaco , attualmente indagato. Poi attacca il governo: "Manca una politica industriale e puntare i piedi in Europa per evitare che il nostro Paese diventi un campo profughi"

“Prima di qualunque accertamento, viene la dignità della persona, che troppo spesso vediamo macchiata e dileggiata da processi mediatici e sommari. Per questo, caro sindaco Andrea Cassani, io sto dalla sua parte”. Così Daniela Santanché, senatrice di Fratelli d’Italia, intervenuta a Gallarate per un incontro-confronto con gli esponenti provinciali del partito: Francesca Caruso, Andrea Pellicini, Giuseppe De Bernardi Martignoni. Nel ridotto del Teatro Condominio, la grintosa esponente di centrodestra tuona contro un governo che, dal caso Ilva in giù, dimostra l’inconsistenza della propria visione industriale. E pretende schiena dritta di fronte a una UE che – afferma – “vuole fare del nostro Paese un enorme campo profughi“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.