“Senza il Centro, la Destra litiga e perde”

I vertici di Noi con l'Italia, Maurizio Lupi e Raffaele Cattaneo, riaffermano l'esigenza di ancorare la coalizione allo spirito moderato, costruttivo, dialogico: "La realtà è complessa e sempre più brutale, occorrono responsabilità e centralità della persona"

Siamo qui per unire gli alleati e per riportare al centro dell’azione politica il valore della persona“.

Così, partendo dalle dinamiche locali, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo guarda a un centrodestra che per ritrovare la vittoria deve cercare una bussola basata su principi, ideali, valori e obiettivi condivisi.

Altrimenti, incalza b, storico esponente cattolico, già ministro, oggi ai vertici di Noi con l’Italia e in visita a Varese, invocare una compattezza si riduce a un esercizio di stile, o a un appello alla convenienza, anziché alla buona politica.

Per questo, ripetono in coro nell’incontro con la stampa al collegio De Filippi, sul proscenio vanno riportati progetti, ambizioni e radicamento di un soggetto contenuto nei numeri ma determinato nel ribadire l’esigenza storica, sociale e culturale di una componente moderata.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.