“Le tasse lombarde restino qui. Per risollevarci”

Giuseppe Longhin, imprenditore e politico, propone a tutti i sindaci una petizione per mantenere nella zona rossa gran parte del gettito fiscale: "Stavolta ne abbiamo bisogno noi"

L’emergenza, lo abbiamo capito tutti, non è solo sanitaria ma anche economica.

L’elenco di attività commerciali e di imprese costrette a chiudere per motivi precauzionali continua ad allungarsi, mettendo a dura prova l’intero sistema. Da più parti si levano assordanti e turbate le richieste di aiuto, che non può concretizzarsi nel semplice rinvio delle scadenze fiscali, ma che deve predisporre, per tempo, una rete di protezione sociale e un fondo di sostegno per imprese e lavoratori destinati a pagare il prezzo più salato del dopo coronavirus.

Per questo Giuseppe Longhin, imprenditore prima che esponente politico della Lega, mette nero su bianco una mozione chiedendo a tutti i sindaci del varesotto, qualunque appartenenza abbiano, di portare avanti una richiesta forte e chiara: trattenere in zona rossa, cioè in Lombardia, il gettito di alcune delle tasse normalmente elargite allo stato centrale e recuperate su territorio solo in minima parte.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.