L’ex Ministro: “Ecco la scuola del dopo covid”

Marco Bussetti, ai vertici dell'Ufficio Scolastico lombardo e Provveditore di Como, riafferma l'esigenza di abbracciare in un'unica strategia le diverse componenti della quotidianità scolastica (salute, didattica, trasporti). E ribadisce i pilastri della ripartenza: sport, musica, lingue straniere, informatica

“Bisogna fare di tutto per evitare che la scuola venga risucchiata dal vortice della DAD. Per farlo, occorre avere ben chiaro un principio. E cioè che la vita scolastica dei ragazzi non comincia all’ingresso dell’aula, ma all’uscita di casa.

Così Marco Bussetti, già ministro dell’istruzione, attuale esponente dell’Ufficio Scolastico regionale e provveditore di Como, che guarda poi ai cambiamenti impressi dalla pandemia.

Le scuole, spiega, devono adeguare spazi e didattica a un’era in cui simili accadimenti potrebbero ripresentarsi. Senza dimenticare il valore dell’educazione motoria, argomento che da sempre sta a cuore all’ex ministro e che oggi più che mai torna a ribadire l’importanza salvifica dell’attività sportiva“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.