Mascherine in regalo a Protezione Civile e Pompieri

Consegnati stamani i 50 dispositivi realizzati dalla ditta Magal di Busto Arsizio, che ha ottenuto il via libera dal Politecnico di Milano

50 mascherine in regalo a Protezione Civile e Vigili del Fuoco.

Così l’azienda Magal snc di Busto Arsizio ha deciso di inaugurare il nuovo corso della propria produzione, da qualche giorno dedicata ai DPI, i Dispositivi di Protezione Individuale. Nel caso specifico, mascherine, strumenti di cui il nostro Paese avverte la drammatica carenza e dei quali medici, sanitari, soccorritori e volontari hanno disperato bisogno.

Da qui, la svolta di Regione Lombardia, che da un lato ha ordinato decine di milioni di dispositivi, dall’altro ha stretto accordo con il Politecnico di Milano, incaricato di validare e garantire le mascherine realizzate da imprese che, in questo difficile periodo, decidono di riconvertire la propria produzione.

Tra queste, appunto, la Magal, che ha ottenuto il nulla osta dai ricercatori dell’università milanese per i suoi dispositivi (di tipo ffp2) e ora in attesa di un nuovo via libera per le ffp3, grazie a una modifica introdotta in seconda battuta. Nel frattempo, i vertici della ditta hanno deciso di andare incontro alle esigenze e di donare 50 mascherine alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco, in prima linea nella gestione dell’emergenza. I dispositivi, spiegano, sono riutilizzabili 10 volte, fermo restando l’indispensabile lavaggio.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.