Soccorso ad alta quota, Varese pronta per le Olimpiadi

All'Insubria un convegno sulla Medicina d'Urgenza in montagna riafferma l'importanza di un Master Internazionale utile ad affinare le tecniche d'intervento in contesti isolati e impraticabili. Festi: "Previste trasferte di studio nelle località più diverse, dalla Alaska al New Mexico". Carcano: "Occorre tradurre in azione preventive gli effetti del cambiamento climatico"

Presentato a Milano il convegno internazionale che il 7 e 8 Ottobre porterà a Varese, nell’aula magna di via Ravasi, alcuni dei più grandi esperti di Medicina d’Urgenza, con particolare riferimento agli incidenti di montagna.

L’evento si inquadra nel Master Internazionale utile a focalizzare l’attenzione sulle varie sfaccettature degli interventi di soccorso ad alta quota e getterà le basi di un’adeguata preparazione degli operatori in vista delle Olimpiadi invernali di Milano Cortina, ma anche, più in generale, in un quadro di riferimento fortemente condizionato dagli effetti del cambiamento climatico. 

Rete55 ne ha parlato con il presidente della Commissione Sanità lombarda Emanuele Monti, l’ideatore del Master, nonché chirurgo d’urgenza, Luigi Festi, il chirurgo ed esponente dell’ateneo di varese e Como Giulio Carcano e l’esponente di Asst Niguarda Osvaldo Chiara.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.