fbpx

Tomassini e Lucchina, “La Quiete” dopo la tempesta

Prosciolti perché il fatto non sussiste. Dopo 7 anni di iter giudiziario e di rimpalli tra Varese e Milano, l'ex senatore e l'ex Dg della sanità escono a testa alta

Il fatto non sussiste. Quattro parole semplici nella forma e dirimenti nel contenuto quelle pronunciate venerdì dal GUP di Varese Anna Giorgetti, la quale chiude così un iter giudiziario durato 7 anni. Protagonisti, Antonio Tomassini e Carlo Lucchina, il senatore per eccellenza, nonché medico di professione; e il manager della sanità, già direttore generale lombardo, prima ancora numero uno dell’azienda ospedaliera di Varese e oggi docente all’università LIUC. I loro accusatori, Sandro e Antonello Polita, avevano indicato negli accusati due interlocutori che avrebbero preteso favori personali nell’ambito di due partite diverse, ma tenute insieme dal ruolo imprenditoriale dei due fratelli: la clinica La Quiete e l’hotel di Capolago. Ma quant’è cambiata, Varese, dal 2012 ad oggi? Se lo chiede, in questo pezzo di Primo Piano, Matteo Inzaghi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.