Vaccino, i numeri dell’Insubria

38.775 lombardi hanno ricevuto, ad oggi, la prima dose del farmaco anti covid. Il richiamo è stato invece somministrato a poco più di 1626 persone. Tra Como e Varese, 4583 prime dosi e 128 richiami

L’Italia resta, purtroppo, fanalino di coda in Europa quanto a numero di vaccinazioni effettuate finora.

In totale, lo scorso week-end, il nostro Paese affermava di aver vaccinato il 6% degli ultraottantenni, contro le percentuali ben più alte vantate da altri Stati (in Polonia il medesimo dato si attesta al 28%).

In questo quadro, la Lombardia procede con over e under 80, raggiungendo 38.775 prime dosi già somministrate e 1626 richiami. Più nello specifico, gli over 80 che hanno ricevuto la prima iniezione sono 14.454, mentre gli anziani che sono già passati al richiamo sono 475.

24.321 i lombardi con meno di 80 anni (si tratta di operatori sanitari e altre categorie particolarmente esposte) ai quali è stato somministrata la prima dose, a 1.151 è stata già inoculato il richiamo.

Per quanto riguarda il nostro territorio, quella dell’Insubria (Varese e Como) è l’ATS che ha effettuato più vaccinazioni dopo Milano: 4.583 prime dosi (2.262 over 80 e 2.321 under 80) e 128 richiami (10 ai più anziani e 128 agli under 80).

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.